II° Appuntamento: STRUMENTI PER UN NUOVO ANTIFASCISMO

03/11/2016 venerdì 11 marzo 2016 - ore 19:00

Venerdì 11 Marzo,  il circolo in collaborazione con Rete Antirazzista ed ANPI,  presenterà

Il  II° appuntamento della Rassegna Culturale “Strumenti per un Nuovo Antifascismo”

In questa occasione il programma prevede:

Ore 19:00 Dibattito “Tra vecchie e nuove destre. Il neofascismo oggi in Italia” con Saverio Ferrari dell’ Osservatorio Democratico delle nuove Destre

Ore 21:00 Ricco apericena a buffet

Ore 22:30 Musiche e danze popolari con i “Musicanti d’la Bása”

 

Qualche parola riguardo alla Rassegna. . .
In un quadro sociale internazionale sempre più cupo in cui la risposta più immediata, spesso propagandata per meri tornaconti elettorali, sembra essere quella di fare appello ai più bassi istinti della popolazione, vogliamo intavolare un percorso di riflessione sui valori dell’antirazzismo e dell’antifascismo.
Arci Casbah da diverso tempo si pone come baluardo nella difesa di questi valori e riteniamo che, mai come ora, con i venti di guerra che soffiano sui confini dell’Europa, i conseguenti flussi migratori di profughi e con gli attacchi terroristici, sia importante discutere di cosa vuol dire fare antifascismo nella società contemporanea.
Il tentativo è quello di vedere come queste tematiche possono essere contestualizzate in una realtà di aggregazione giovanile come quella del nostro circolo.
La speranza è di riuscire a trasmettere una cultura di resistenza contemporanea da contrapporre all’ avanzata, sempre più preoccupante, delle nuove destre xenofobe che trovano terreno fertile soffiando sulla paura dello “straniero che invade”. A questa narrazione noi vogliamo opporre quella di una società multiculturale e inclusiva, e crediamo che Casbah sia un ottimo spazio per superare questi steccati. Pur raccogliendo l’eredità storica delle resistenze, crediamo nella esigenza di affrontare le tematiche legate al presente.
Ci proponiamo quindi di imbastire un percorso che possa accompagnare il circolo, da adesso fino alla chiusura della stagione, passando per la celebrazione del “25 aprile”, mantenendo sempre alta l’attenzione sui temi dell’Antifascismo e dell’Antirazzismo.



CONDIVIDI