CASBAH IN JAZZ [CANIATO+CAPILUPPI DUO] da Louis Armstrong in poi

02/20/2015 venerdì 20 febbraio 2015 - ore 21:30

CASBAH IN JAZZ  [CANIATO+CAPILUPPI  DUO] da Louis Armstrong in poi

FOTO CAPILUPPI

Immagine CANIATO
Dopo aver conseguito il diploma di tromba al Conservatorio di Mantova, Franco Capiluppi inizia la sua carriera musicale in big band, dove affianca musicisti del calibro di Emilio Soana, Rudy Miliardi, Gianni Bedori e Gil Cuppini. Frequenta inoltre corsi di perfezionamento e master class con Bob Mintzer, Claudio Roditi, Gustavo Bergalli, Jean-Louis Rassinfosse e Klaus Ignatzek.
Nello stesso periodo, si dedica alla musica classica e collabora con alcuni gruppi di ottoni e orchestre sinfoniche, tra i quali Gli Ottoni di Verona, l’Orchestra Eur di Firenze e l’Orchestra Haydn di Bolzano, tenendoconcerti in Italia e all’estero (Austria, Belgio, Croazia, Francia, Germania, Olanda, Polonia, Slovenia, Svizzera e Ungheria).
A metà degli anni Novanta, intraprende la direzione di corpi bandistici, raggiungendo ottimi risultati e, nel 1999, vince il 2° premio al Concorso Mondiale Flicorno D’Oro di Riva del Garda (TN).
Dal 1994, dirige la Mantua Band Studio e collabora anche con altre big band, tra le quali: Big Band del Conservatorio Luca Marenzio di Brescia, CBBand, JAO, Lydian Sound Orchestra, Merulo Big Band, Mauro Ottolini Big Band, Union Jazz Band, Verona Improvisers Jazz Orchestra e Village Big Band.
Nel contempo, svolge attività concertistica in formazioni ridotte o contesti solistici, oltre che attività didattica. Ha al suo attivo oltre venti incisioni discografiche come solista e in collaborazione con musicisti di fama nazionale e internazionale.
Stefano Caniato : nato a Milano nel 1961, si è diplomato in Direzione di coro nel 1987 presso il conservatorio di Brescia, sotto la guida del Maestro Facchinelli. Nel 1994 si è diplomato in Musica Jazz con il massimo dei voti presso il conservatorio di Bologna, sotto la guida del Maestro Gualandi. Proprio la musica Jazz costituisce il suo ambito preferenziale, come testimonia la sua intensa attività di pianista ed arrangiatore : è sua particolare caratteristica la capacità di calarsi pienamente e con competenza nei più disparati stili della musica Afro-Americana, dal Blues al Bop, dal Ragtime allo Swing ai sounds più attuali.
Ha al suo attivo prestigiose collaborazioni con artisti famosi, come Clark Terry, Bob Wilber, Dave Glasser, Garrison Fewell, Gianni Coscia, Mauro Negri, Lucia Minetti e molti altri, partecipando a numerosi festival.
Ha preso parte ad importanti trasmissioni radiofoniche, tra cui “Jazz Club” e “Invenzioni a due voci” (RAI3).
Dal 1993 al 1999 ha diretto la “East Side Big Band”.
Nel 1997 ha vinto il Concorso Internazionale di Jazz di St. Raphael (Francia) con la “Milano Jazz Gang”.
Lo si può ascoltare come pianista nei CD “Alessia’s Blues”(Splasc(h)), “A New Christmas In A Dixie Style” (Velut Luna), “Henry’s Tune”(Map), “Basket 11-05-99”(Dfv- con Dave Glasser),”Child Dreams”(Map- con D. Cellamaro), “Miss New Orleans” (Azzurra-con Alan Farrington), “Marrakesh” (Assad Quintet)”Songs and Rags”(G&V), “Letture” (G&V),“Viaggio in blue” , “Sulla riva del fiume”(Gme), mentre numerosi sono i dischi in cui ha curato gli arrangiamenti dei brani.
A Maggio 2003 uscirà “Wonder Why”, secondo disco del “Mantua Jazz Trio”, per l’etichetta “Dischi Della Quercia”.



CONDIVIDI