ST. Patrick Day + Drunken Lazy Bastard

03/19/2011 sabato 19 marzo 2011 - ore 20:30

ST. Patrick Day + Drunken Lazy Bastard

Durante la serata saranno disponibili birre dall’inconfondibile carattere irlandese
con risotto alla guinness+birra a 6 euro!

Dalle ore 22.00 musica a volontà con i Drunken Lazy Bastard
Genere: folk, folk rock italo/irlandese
Membri: Bardellini Fabio (Furio): fisarmonica – Benatti Francesco (Sghena):chitarra ,banjo – Berselli Michele (Michi): flauto irlandese, Tin Whistle, Uilleann pipes (Irish bagpipe) – Bignardi Enrico (Bigna): voce,chitarra ritmica,violino – Bursi Giulio (Bursix): chitarra – Patelli Niccolò (Pat):batteria,bodhran – Vezzali Vittorio:basso.

L’idea di formare il gruppo che si andrà a chiamare Drunken Lazy Bastards nasce da Francesco, durante una vacanza nell’estate del 2006 con Enrico e Stefano in Abruzzo, ma la realizzazione del progetto si riuscirà a compiere solo dopo diversi mesi se non dopo un anno. Il gruppo cominciò a riunirsi nel momento in cui Stefano comprò il suo primo basso,Rebecca I. Enrico cominciò ad avvicinarsi alla chitarra anche se non la suonava nel gruppo. Allora la formazione composta da Enrico,Michele,Stefano,Francesco e Niccolò non prevedeva l’esecuzione di pezzi folk e il gruppo si destreggiava suonando pezzi dei green day e dei system of a down(male ^.^). Il successivo cambiamento si ebbe quando Michele comincio’ ad avvicinarsi alla musica folk e al flauto, il primo comprato in Irlanda in un negozio di strumenti nell’estate del 2007, e quando al ritorno dall’Irlanda Pat comprò, dopo diverse discussioni con la madre, la sua prima batteria. Da quel momento il gruppo iniziò a incontrarsi settimanalmente nella sala prove, improvvisata ma buona, a casa di Michele. La prima esibizione ufficiale non fu molto soddisfacente ma il gruppo non si perse d’animo e dopo l’ingresso di Giulio come seconda chitarra tornò alla ribalta nella prima grossa esibizione, con repertorio composto di cover folk/rock/punk, al RockVille di Castellarano che fu quasi un trionfo. Da allora il gruppo riuscì ad acquisire una certa disinvoltura sul palco e trovò grazie ad amicizie e contatti più occasioni per esibirsi in pubblico.Una di queste fu un contest a San Martino Spino, il primo per i Bastards, in cui raggiunsero un non previsto secondo posto. Intanto il gruppo incrementò ulteriormente il suo elevato numero di membri con l’ingresso di Fabio alla fisarmonica. Successivamente il gruppo ottenne un insperato primo posto a una competizione canora annuale, il glorioso Cantagalliano, dove spuntarono fuori dal nulla e portarono a casa il pollo più grosso(il trofeo era a forma di gallo). I Bastards sono tutt’ora in attività e in cerca di nuove occasioni per mettersi alla prova, ancora cercando la loro strada definitiva e l’ispirazione per scrivere delle canzoni proprie.



CONDIVIDI