THE CESARIANS in concerto + cena marocchina + inchiesta Saharawi

04/03/2011 domenica 03 aprile 2011 - ore 17:00 - 23:00

THE CESARIANS in concerto + cena marocchina + inchiesta Saharawi

Dalle 17.00 Domenica ricca di eventi in Casbah,
Si parte con:

L’Associazione Alkemia è un associazione senza fini di lucro, autonoma da Partiti, sindacati, organizzazioni sociali e politiche, composta da giornalisti e aspiranti giornalisti, DJ e tecnici del suono, grafici o semplici “ammalati del sapere” che vuole inserirsi con la propria visione, in un contesto in cui l’informazione, la cultura e la musica è ormai da tempo, sempre più omologata alle grandi lobby del sapere e della comunicazione. Il suo scopo primario rimane quello di contribuire alla diffusione della cultura generale ispirata al valore di democrazia e di libertà.
Alle 17.00 si parlerà del popolo SAHARAWI: IL POPOLO DIMENTICATO Ne parliamo con: Rita Tassoni Nexus CGIL
Il viaggio è veramente massacrante, non esistono voli diretti, è d’obbligo fare scalo ad Algeri. La durata del volo è di circa quattro ore, ma occorre un giorno intero per raggiungere nel cuore del deserto del Sahara questo popolo che pur essendo da secoli una nazione, vive in esilio, senza una terra.

Alle 20.00 cena a base di cous cous preparata dall’associazione Buono Oltremondo
Buono Oltremondo, nasce dall’incontro di donne di terre straniere. un corso di lingue presso la parrocchia di gnzaga. il patrocinio del comune di gonzaga. e poi la scoperta per la passione condivisa per la cucina. LA BUONA BUONA CUCINA!

COSTO DELLA CENA COMPRENSIVO DEL CONTRIBUTO AL CONCERTO 10 EURO
CONTRIBUTO CONCERTO 5 EURO

Alle 22.00 THE CESARIANS
Il Rock’n’roll ha chiamato a raccolta i suoi demoni, ha indossato il suo miglior completo nero e si è diretto verso i luoghi più oscuri della città. I suoi nuovi compari sono i Cesarians. Neanche all’epoca in cui i Birthday Party piombarono a Berlino e diedero fuoco alla scena i suoni contorti della decadenza vecchio stile furono pompati così intensamente attraverso gli amplificatori distorti.

I cittadini londinesi annoiati dal rock riciclato degli ultimi anni ed in cerca di qualcosa di veramente autentico hanno trovato la loro dimensione nel mondo cabarettistico dei Cesarians. Se il rock’n’roll fosse nato nell’Europa metropolitana degli anni 30 e non nella coeva America rurale, avrebbe avuto questa composizione: una parte di Kurt Weill, una parte di Jacques Brel, una parte di Ernst Kirchner, una parte di klezmer.

Una band che sembra generata dalla mente di George Grosz, i Cesarians catturano lo spirito della civiltà metropolitana attraverso strumenti da negozio di roba usata della vecchia Europa. Nelle loro mani un clarinetto, un trombone, un piano e una batteria a tempo di walzer producono un rock’n’roll rauco e rude. Su questo splendido caos Charlie Finke declama il suo intenso messaggio: “Voglio essere una donna”, urla in ginocchio, mentre la brillantina del suo taglio di capelli weimariano forma un ciuffo sulla fronte. I Cesarians stanno facendo il giro dei club della città. I demoni del rock’n’roll sono in giro.

I Cesarians sono una delle più belle e nascoste realtà del rock della terra d’Albione, un mix di ruvidezze punk, ricerca pop, attitudine rock’n’roll e tanta voglia di trovare nuove soluzioni nel rock attraverso una visione cabarettistica e personale. I Cesarians sanno stupire e lasciare di stucco, sono una band che chi dice di amare il rock deve scoprire per poi innamorarsi, su disco (l’omonimo debutto della band inglese è stato registrato agli Abbey Road Studios insieme a Craig Leon, producer di Ramones, Richard Hell, Fall) e dal vivo, dove la band è in grado di regalare il meglio di se.

Nella band:

Charlie Finke – voce e fondatore dei Cesarians

Justine Armatage – piano e co-fondatrice della band con il compagno charlie

Jan Noble – batteria

Suzi Owen – Trombone, Voce.

Alison Becket – Clarinet, Sassofono.

Beverly Crome – Corno Francese e voce



CONDIVIDI